Albania

Dokita è presente in Albania dal 1993, collaborando fin dall’inizio con la controparte locale Fondazione Nostra Signora del Buon Consiglio (NSBC), ente no-profit di natura giuridica albanese, e i Ministeri competenti, tra cui il Ministero del Lavoro, degli Affari sociali e delle Pari Opportunità, il Ministero delle Sanità e dell’Istruzione.

Anche grazie a massicci aiuti economici, italiani ed europei, oggi l’Albania è al 70° posto nell’Indice di sviluppo umano (Isu – UNDP) fra i Paesi ad alto sviluppo. Ciò nonostante il Paese presenta ancora i più bassi livelli di reddito in Europa e nei Balcani, ha al suo interno grandi sacche di povertà, arretratezza ed emarginazione oltre che forti ritardi strutturai nei servizi pubblici come il comparto ospedaliero e socio sanitario.

Le politiche sociali e di welfare risentono di un processo di cambiamento che non è riuscito ancora ad affrontare in modo efficace le maggiori criticità della società albanese e a risentirne sono le fasce più deboli, come le persone con disabilità, gli anziani e le famiglie che vivono nelle aree rurali. Tirana, capitale finanziaria e politica del Paese, è cresciuta nell’ultimo decennio ad un ritmo molto differente rispetto al resto del Paese e le aree periferiche restano ancora escluse dal recente e fragile sviluppo.

PROGETTI IN CORSO