BENEFICI FISCALI

La tua generosità ti da diritto a benefici fiscali! Ricorda che lo Stato ripaga la tua generosità! Tutte le donazioni a Dokita onlus godono di benefici fiscali, devi solo scegliere se dedurre o detrarre l’importo donato.

Dokita onlus è iscritta all’Anagrafe Unica delle Onlus presso la DR Lazio – Settore ONG Prot. n. 0028217 del 21/04/2015 e nell’Elenco delle Organizzazioni della Società Civile ai sensi dell’art. 26 della l. n. 125/2014 con Decreto n. 2016/337000184/6.

Questo dà diritto ai privati e alle imprese di detrarre o di dedurre l’importo donato dalle proprie tasse. Le donazioni a favore di ONG e onlus come Dokita onlus, usufruiscono di particolari benefici fiscali, devi solo scegliere se dedurre o detrarre l’importo donato. A seconda della normativa applicata alla donazione, le agevolazioni previste sono infatti differenti.

 

Sei una persona fisica?
Hai due possibilità in base alla normativa applicata alle donazioni effettuate a favore delle ONLUS. Scegli se:

  • detrarre dall’imposta lorda il 26% dell’importo donato, fino ad un massimo di 30.000 euro (art.15, comma 1 lettera i-bis del D.P.R. 917/86);
  • oppure dedurre dal tuo reddito le donazioni, in denaro o in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e, comunque, nella misura massima di 70.000,00 euro annui (Decreto Legge 35/05 convertito in Legge n. 80 del 14/05/2005).

In alternativa, in base al regime fiscale applicato alle erogazioni liberali alle ONG, hai un’altra possibilità:

  • dedurre dal tuo reddito le donazioni per un importo non superiore al 2% del reddito complessivo dichiarato (art. 10, comma 1 lettera g del D.P.R. 917/86).

 

Sei un’impresa?

Allora puoi:

  • dedurre dal reddito le donazioni per un importo non superiore a 30.000,00 euro o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art.100, comma 2 lettera h del D.P.R. 917/86);
  • o dedurre dal reddito le donazioni, in denaro o in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000,00 euro annui (art. 14, comma 1 del D. L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005).

Se non sai qual è la soluzione più adatta a te, rivolgiti al tuo consulente di fiducia o al tuo CAF.
E non dimenticare di conservare:

  • la ricevuta di versamento, nel caso di donazione con bollettino postale;
  • l’estratto conto della carta di credito, per donazioni con carta di credito;
  • l’estratto conto del tuo conto corrente (bancario o postale), in caso di bonifico o RID.

 

Ricorda: le donazioni in contante non rientrano in alcuna agevolazione.