Africa

SUPPORTO NUTRIZIONALE PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA ELEMENTARE DI FOUA

Budget

Valore complessivo del progetto:

€ 5.000

Totale finanziato:

€ 1.598

32%

Supporto nutrizionale per gli alunni della scuola elementare di Foua

Foua è un piccolo villaggio situato in una zona rurale del comune di Ngueniene, a 20 km a est di Joal. La maggioranza della popolazione del comune vive prevalentemente di agricoltura di sussistenza. Solo una piccola parte dei lavoratori si sposta quotidianamente, in calessi, verso la costa, per lavorare a giornata come pescatori, muratori o come colf.

La pianura semi-arida e il clima particolarmente duro, fanno si che la coltivazione sia possibile solo durante la stagione umida, che dura circa 4 mesi l’anno. Ciò comporta gravi difficoltà per gli abitanti, che difficilmente riescono ad avere una dieta varia e bilanciata. Le conseguenze più dannose sono riscontrabili tra l’infanzia con un’alta incidenza di malnutrizione prodotta dalla monotonia alimentare.

Una altro grave problema è quello dell’istruzione primaria. La scuola pubblica di Foua, accoglie i bambini e le bambine di vari villaggi limitrofi, alcuni dei quali fanno vari chilometri a piedi per giungervi. Purtroppo, i tassi d’iscrizione sono molto bassi e l’abbandono scolastico frequente, soprattutto tra le bambine.  Le famiglie danno la priorità ai lavori domestici, che le bambine devono svolgere quotidianamente, piuttosto che alla loro istruzione.

Nel 2015 la scuola pubblica di Foua, è stata privata della sovvenzione del Programma Alimentare Mondiale, trasferito dal Governo nella regione di Casamance, per rispondere ad un’emergenza derivata dal conflitto armato per l’indipendeza della Regione. Andare regolarmente a scuola digiuni fa si che i bambini non abbiano l’energia sufficiente per concentrarsi e partecipare alle lezioni. Questo sta provocando un abbassamento del rendimento scolastico degli alunni, assenze, malattie e abbandono scolastico.

I bambini  contano molto su quel pasto, principale fonte di nutrimento della giornata. Ricevendo pasti gratuiti a scuola, i bambini hanno a disposizione il cibo di cui hanno bisogno per concentrarsi sulle lezioni.

Il pranzo della mensa scolastica, è uno straordinario incentivo per le famiglie, che saranno maggiormente incoraggiate a mandare i loro figli in classe,  favorendo soprattutto la  scolarizzazione delle bambine. Inoltre, in questo modo i bambini frequentano la scuola, il che li aiuterà a sfuggire alla povertà e alla fame.

Venuta a conoscenza di tale problematica, Dokita ha deciso di portare avanti un progetto di supporto nutrizionale con l’obbiettivo di fornire un pasto quotidiano ai bambini della scuola elementare pubblica di Foua, per tutta la durata dell’anno scolastico.

La scuola è già provvista di una cucina e una dispensa di stoccaggio per gli alimenti e di tutte le attrezzature necessarie alla distribuzione del cibo. Il progetto si fa carico di fornire gli alimenti quali riso, olio, pesce, sale, verdure, ecc. I pasti vengono preparati dalle mamme dei bambini, o dalle donne della famiglia, che si organizzano per la preparazione del cibo a turno.

I primi anni di vita di un bambino sono fondamentali per quanto riguarda la nutrizione. Un bambino raddoppia la sua altezza tra i 2 e i 12 anni di età e una corretta alimentazione è assolutamente essenziale per la salute e il benessere futuri.

I programmi di alimentazione nelle scuole svolgono un ruolo importante nella lotta alla malnutrizione.

240 bambini tra i 6 e i 12 anni

Sostieni il progetto

[wp_setefi_payment_form purpose=”Supporto nutrizionale bambini Foua (Senegal)” my_donor_provenienza=”1″]

INFORMAZIONI PROGETTO

: Minori, Senegal
: In corso
Finanziatori: Sostenitori privati

SOSTEGNO ALLE DONNE AFFETTE DA HIV

Budget

Valore complessivo del progetto:

€ 25.958

Totale finanziato:

€ 21.858

84%

Sostegno alle donne affette da HIV

Il progetto, in collaborazione con la ONG locale WOFAK, rientra nel principale obiettivo della nostra organizzazione di combattere l’esclusione sociale di persone che vivono in condizione di povertà e marginalizzazione, promuovendo una maggiore inclusione ed un pieno godimento dei principali diritti umani.

Le attività sono condotte a a Kisumu e Siaya, due province del Kenya che registrano il più alto tasso di incidenza del virus HIV e tasso di povertà del paese.

Il progetto ha come obiettivo quello di creare una collaborazione con 20 organizzazioni con base comunitaria e le loro leader attraverso le seguenti attività:

  1. Emancipazione di 500 donne beneficiarie tramite la conoscenza dei propri diritti: organizzazione di meetings sull’emancipazione delle donne affette da HIV, sessioni per la sensibilizzazione sui diritti alla salute, alla difesa da violenza e all’accesso alla proprietà, incontri di supporto con donne leader di organizzazioni con base comunitaria, produzione e distribuzione di materiale didattico/informativo.
  2. Aumento della capacità di sviluppo e gestione di micro attività economiche: attivazione di percorsi di formazione, avvio e sostegno di 20 organizzazioni con base comunitaria (in totale 200 donne) attraverso classi di formazione su alfabetizzazione finanziaria, identificazioni di attività economiche, sviluppo del business plan ed erogazione di capitale d’avvio.
  3. Potenziamento di 10 organizzazioni con base comunitaria e le capacità istituzionali di 20 leader di gruppi comunitari: supporto finanziario per la registrazione di 10 organizzazioni, formazione per 20 leader di gruppi su governance, gestione finanziaria, mobilitazione di risorse e gestione di progetti, attività di supporto per l’identificazione e l’implementazione di politiche operative.

Attraverso le attività si raggiungeranno i seguenti risultati:

  • Le donne affette da HIV saranno informate sui diritti alla salute, alla difesa da violenze e all’accesso alla proprietà e responsabilizzate su come affrontare la condanna sociale, la discriminazione e la violenza.
  • Gli ingressi economici delle beneficiarie aumenteranno.
  • Le organizzazioni con base comunitarie e le capacità delle loro leader saranno potenziate.

500 donne affette da hiv

Sostieni il progetto

[wp_setefi_payment_form purpose=”SOSTEGNO ALLE DONNE AFFETTE DA HIV” my_donor_provenienza=”6″]

INFORMAZIONI PROGETTO

Disabilità, Disabilità e Salute, Kenya
: In corso
Finanziatore: Chiesa Valdese

SUPPORTO INFANTILE, NIGERIA

Budget

Valore complessivo del progetto:

€ 141.253

Totale finanziato:

€ 112.734

85%

Supporto infantile, Nigeria

Lagos è una città-stato di oltre 20 milioni di abitanti situata nella zona meridionale della Nigeria. In questa area la popolazione è in continua crescita, se nel 1971 contava 1,4 milioni di persone, si prevede che raggiungerà i 40 milioni di abitanti entro il 2050.

La forte incertezza presente al Nord del paese a causa dell’organizzazione terroristica Boko Haram, ha spinto negli ultimi anni molte famiglie a fuggire verso la zona sud-ovest. A questa problematica si è unita la crisi petrolifera che ha aumentato il flusso migratorio.

Nell’area meridionale della Nigeria, nel comune di Lekki, è già presente la nuova parrocchia “Nostra Signora Madre di Misericordia”, nata dalla nuova unità pastorale Le Sette-Chiese-Sorelle ed affidata alla Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione. Situata nella periferia più estrema della metropoli, la parrocchia già offre servizi sociali, educativi e sanitari alla popolazione locale.

Poiché nel comune di Lekki la domanda di servizi socio-educativi è in continua crescita, Dokita Trentino-Alto Adige, Dokita Onlus, Noi-Tuenno, Giacca, Hope For Children e la Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione hanno deciso di unire le loro forze e dar vita al nuovo progetto di realizzazione della scuola materna-primaria “Beato Luigi Maria Monti”.

Il progetto, di durata biennale, mira a fornire un livello di istruzione di qualità e a costi molto ridotti ai bambini non privilegiati nella municipalità di Objio, Lagos. L’obiettivo è quello di promuovere l’educazione a partire dall’infanzia, sviluppando tutte le possibilità dei bambini al fine di formare le loro personalità e fornirgli gli strumenti, altrimenti mancanti, per affrontare con successo le scuole elementari.

È già presente nel territorio una struttura, di proprietà della Parrocchia “Nostra Signora Madre di Misericordia”, che dovrà essere adibita allo scopo con le necessarie opere di ristrutturazione e finitura. L’area circostante, inoltre, offre la possibilità di uno sviluppo successivo ed un ampliamento del progetto e dei servizi forniti.

L’intervento è quindi diviso in 2 componenti principali:

  1. 1) La ristrutturazione/costruzione della scuola.
  2. 2) L’avvio di attività pre-scolastiche e trasversali.

Nell’arco dei primi due anni verranno accolti nella scuola fino a 240 studenti (120 bambini/e di età compresa tra i 2 e 5 anni, 120 adolescenti di età compresa tra gli 8 e 15 anni). Per la ristrutturazione della struttura e per l’avvio dei progetti socio-educativi verranno coinvolti operatori del posto, con l’obiettivo di fornire una formazione ed un impiego a giovani locali.

Negli anni successivi si prevede un’estensione dell’offerta educativa e dei beneficiari, insieme alla creazione di una comunità religiosa femminile. L’obiettivo finale è di raggiungere l’autosufficienza del progetto a partire dal terzo anno di attività.

Beneficiari

120 bambini tra i 2 e i 5 anni
120 adolescenti tra gli 8 e i 15 anni
Giovani locali coinvolti in attività di ristrutturazione e formazione

Sostieni il progetto

[wp_setefi_payment_form purpose=”SOSTEGNO ALLE DONNE AFFETTE DA HIV” my_donor_provenienza=”6″]

INFORMAZIONI PROGETTO

: Educazione, Minori, Nigeria
: In corso
Finanziatore: Sostenitori Privati, Provincia Autonoma di Trento

UNA BIBLIOTECA PER LA SCUOLA PRIMARIA “FOUA 2”

Una biblioteca per la scuola elementare di "Foua 2"

La comunità rurale di Nguéniène è situata a circa 100 km a sud di Dakar e raggruppa 25 villaggi. La maggioranza della popolazione, composta da circa 35.000 persone, vive di agricoltura e di pastorizia. Solo una piccola parte dei lavoratori si sposta quotidianamente verso la costa, per lavorare a giornata come pescatori, muratori o come colf.

Dal 1996, con la legge di decentralizzazione, la comunità di Nguéniène ha assunto la responsabilità della gestione delle scuole primarie. La devoluzione delle competenze non è stata però accompagnata da un trasferimento sufficiente di risorse economiche, e da ciò deriva la precarietà delle scuole locali. In questa area esistono attualmente 24 scuole primarie, di cui 11 a ciclo completo (che comprendono 6 classi) e 13 a ciclo incompleto (con meno di 6 classi).

La scuola pubblica primaria Foua 2 è nata come una piccola scuola elementare in un recinto con tetto di paglia, una lavagna, pochi banchi e qualche gesso. Oggi la scuola ospita circa 240 bambini, abitanti dei diversi villaggi distribuiti nella comunità. Gli alunni sono divisi in 5 aule e assistiti da 5 insegnanti che lavorano per 6 classi, ognuna delle quali composta da circa 40/60 alunni. La scuola è anche provvista di un pozzo, un locale per stoccare il cibo e preparare i pasti e due servizi igienici.

Dokita, con la partecipazione di Caritas Italia, ha avviato un progetto che mira alla realizzazione di una biblioteca all’interno della scuola di Nguéniène, necessità espressa dagli insegnanti della scuola stessa, con i quali è stato deciso di attrezzare una delle aule, la più spaziosa, con una ampia libreria nella quale conservare libri di lettura per ragazzi ed il materiale didattico comune. I bambini avranno così la possibilità di avvicinarsi alla lettura ed allargare le proprie conoscenze.

Oltre alla costruzione e al rifornimento della biblioteca, il progetto prevede anche la formazione dei 5 insegnanti sulla corretta gestione della stessa e l’organizzazione di un servizio di prestito dei libri per bambini.

Il progetto si inserisce in un più ampio intervento di Dokita a favore di questa scuola, già intrapreso attraverso un supporto nutrizionale che prevede la distribuzione di un pasto quotidiano agli alunni della scuola per tutta la durata dell’anno scolastico. Si prevede inoltre di realizzare un muro di cinta che permetterà di allontanare animali domestici e selvatici dal cortile, di un pozzo più profondo di quello attuale con una capacità di ricarica migliore, specialmente per affrontare la stagione secca.

240 bambini tra i 6 e i 12 anni

INFORMAZIONI PROGETTO

Educazione, Minori, Senegal
: Concluso
Finanziatori: Caritas Italiana e sostenitori privati

Sostieni la biblioteca con una donazione regolare

Scegli il tipo di donazione che preferisci

Altri metodi di donazione

Bonifico bancario

Per donazioni a favore dei nostri progetti in Italia e all’estero c/c n. 1058 su Banca Intesa San Paolo intestato ad Ass. Volontari Dokita onlus
IBAN: IT89 M 03069 09606 100000001058

Bollettino postale

Per donazioni a favore dei nostri progetti in Italia e all’estero ccp n. 22445001 intestato ad Ass. Volontari Dokita onlus